I colori della tavola

Il primo passo per aiutare il nostro corpo a rimanere in forma è sicuramente quello di mangiare bene a tavola. Ma per farlo molti di noi hanno bisogno di alcune regole fondamentali dettate spesso dalla cosiddetta Dieta Mediterranea: una dieta ricca di verdure e frutta fresca, ma anche da fibre vegetali, estremamente preziose per depurare l'organismo dalle scorie; non dimentichiamo poi il pesce, alimento ricco di acidi grassi polinsaturi, e l'olio extravergine di oliva, alla base di ogni dieta che si rispetti. E' poi opportuno fornire un apporto costante di liquidi al nostro organismo, sotto forma di tisane, succhi di frutta, acqua minerale, che oltre ad idratare la pelle, rigenerano la funzionalità renale.
Molti alimentaristi consigliano di variare il menù in base ai colori. Il colore infatti influisce positivamente anche sullo spirito, rigenera il sistema nervoso e potenzia le capacità di concentrazione. Ogni tinta ha un suo potere: può placare o stimolare, eccitare o consolare, indurre sensazioni gradevoli o irritanti.
Di seguito illustrerò alcune delle principali proprietà dei colori nel cibo:

  • Arancione: è il colore degli agrumi, che contengono una sostanza aromatica che depura e disintossica l'organismo favorendo il ricambio. 
  • Verde: è il colore di molte verdure, come i broccoli e i piselli, che ricchi di calcio, stimolano gli impulsi nervosi, o il cavolo e la verza che, grazie alle fibre vegetali, favoriscono l'eliminazione delle scorie. 
  • Giallo: quasi tutta la frutta di colore giallo contiene molta vitamina C, che contribuisce a potenziare e rafforzare il sistema immunitario. 
  • Rosso: le vitamine del gruppo B, di cui è ricca la frutta rossa, regolano le funzioni metaboliche riducendo lo stress, il pericolo di infarto e la degenerazione delle cellule.